Il CBD è disponibile in diverse forme. Ciò consente alle persone di adattare il proprio metodo di utilizzo alle proprie esigenze specifiche.

Ecco le forme più comuni di CBD.
Oli e tinture. Questi liquidi, solitamente oli, vengono infusi con CBD e posti sotto la lingua con un contagocce. La mucosa orale è piena di minuscoli capillari che assorbono rapidamente i composti. Oli e tinture possono essere una buona scelta per chi non può assumere pillole o capsule.
Creme e lozioni. In uso topico, ovvero utilizzabili direttamente sulla cute. Un topico CBD è qualsiasi crema, lozione o unguento che è infuso con CBD e può essere applicato direttamente sulla pelle.sono usati per trattare i dolori muscolari e articolari. Possono anche trattare alcune condizioni della pelle, come eczema e psoriasi.
Capsule e pillole. Le capsule e le pillole di CBD sono utilizzate per il trattamento sistemico dei disturbi convulsivi e dei problemi digestivi. C’è uno svantaggio con le forme delle capsule, però. Il tempo dall’ingestione all’inizio dell’effetto può richiedere del tempo.
Commestibili. Le caramelle gommose, sono uno dei modi più popolari per assumere il CBD. Sono convenienti, portatili, discrete e gustose. Inoltre, non ci sono congetture: attraverso questo tipo di assunzione si può esattamente conoscere il dosaggio preciso.
Inalazione. Olio di CBD vaporizzato, come le sigarette elettroniche per il CBD, è il modo più veloce per sperimentare gli effetti. I composti vengono inalati e assorbiti direttamente dai polmoni nel flusso sanguigno. Ancora non si e studiato perfettamente se lo svapo possa danneggiare il delicato tessuto polmonare. Bisognerà, quindi assumere con cautela il CBD mediante vaporizzazione.

Quali sono i dosaggi consigliati.
In genere è consigliato iniziare con un dosaggio basso e secondo necessità procedere progressivamente all’aumento della dose. Potrebbero anche esserci variazioni nel contenuto effettivo di CBD tra i prodotti. Presteremo, quindi, necessariamente attenzione quando si inizierà ad utilizzare una nuova confezione o si cambierà forma di dosaggio.
La teoria ormai diffusa di molti medici recita, che è importante iniziare con una dose bassa fino a quando non si comprenderà come reagirà il proprio corpo al CBD. Negli studi clinici effettuati è stata testata un’ampia gamma di dosaggi di CBD, ma sono necessarie ulteriori prove prima di poter formulare raccomandazioni sulla dose sicura ed efficace da assumere per ciascun uso specifico.

Quando si deve considerare con attenzione il dosaggio, ecco alcune cose da valutare.
Se si sta usando il CBD per il trattamento delle convulsioni, è consigliabile riferirsi al proprio medico rispetto al miglior prodotto da assumere e le dosi adatte. Molti oli sono disponibili in concentrazioni di 1 milligrammo per goccia, quindi aumentare il dosaggio è semplice. Assicuriamoci di leggere attentamente le etichette dei prodotti per sapere quale importo è fornito in ogni goccia.
Le caramelle gommose possono essere normalmente fornite in dosi standard, spesso 5 milligrammi per gomma. Ma assicuriamoci di comprenderlo perfettamente prima di modificare eventualmente la dose. Anche il dosaggio dell’olio da vaporizzazione può essere complicato. Dipende esattamente da quanto si inspira e dalla concentrazione del liquido di svapo. Usare creme e lozioni con parsimonia all’inizio.