Sicuramente alcuni di noi hanno ascoltato almeno una volta qualcuno menzionare il CBD, specialmente se si è costretti a vivere in una condizione cronica come il dolore o l’ansia.
Quando in Italia si è iniziato a legalizzare sia la cannabis medica che quella ricreativa, il mercato ha goduto di un afflusso di CBD facilmente disponibile. Nonostante tutta la pubblicità che inevitabilmente si è generata, tuttavia, molte persone non sono sicure di cosa sia il CBD, e di come questa molecola possa aiutarli.
Alcune note, quindi, per rispondere alle molte domande che si pongono i possibili utilizzatori e per chiarire ad essi, alcuni dei luoghi comuni, che circondano il CBD e i suoi usi.

Il cannabidiolo (CBD) è uno dei tanti composti attivi presenti nella pianta di Cannabis . Il tetraidrocannabinolo (THC) è un altro composto attivo e il più noto, grazie alle sue proprietà psicoattive: è quello che tradotto in gergo popolare, ti fa “sballare”.
Il CBD non è psicoattivo, ma ha gli stessi benefici medici del THC. Questo ci permette di sfruttare i benefici terapeutici senza lasciarci con la sensazione di “sballo” che spesso va di pari passo con l’assunzione del THC.

I prodotti CBD derivati dalla marijuana, o i prodotti CBD che contengono THC, possono essere più efficaci della fibra di canapa. L’Italia ad oggi non ha ancora legalizzato completamente la marijuana medica (vedi alcune patologie), ma si può comunque beneficiare di prodotti contenenti CBD derivati dalla canapa industriale.
Non ci ancora sono definitive ricerche sul CBD, ma i risultati di ciò che è stato studiato sinora sono sicuramente promettenti. Alcuni studi hanno scoperto che il CBD può essere efficace nel fornire sollievo da varie condizioni di salute mentale, tra cui: disturbi d’ansia, disturbo post-traumatico da stress, inoltre attraverso esperimenti di laboratorio, si è scoperto che l’olio di CBD può trattare il dolore associato all’artrite, mentre un altro studio sviluppato sulle cellule umane ha definito ed indicato che la crema al CBD può essere un efficace antinfiammatorio.
Allo stesso modo, il CBD ha anche dimostrato di potere aiutare a curare l’epilessia infantile e altri disturbi convulsivi. Alcune prove effettuate indicano le proprietà antitumorali del CBD e i benefici nella gestione degli effetti collaterali del trattamento del cancro.

Sono necessarie e si stanno sviluppando, comunque, ulteriori ricerche per determinare i benefici dell’uso del CBD come trattamento per le condizioni di salute mentale e fisica.